Category Archives: Diritto Penale

Responsabile di “abuso di ufficio” il Carabiniere che suggerisce il nome di un avvocato all’arrestato.

Con la sentenza n. 41191 del 03.10.2014 la Sezione V Penale della Corte di Cassazione ha rinnovato il proprio orientamento giurisprudenziale secondo cui risponde del reato di abuso d’ufficio (art. 343 c.p.) il Carabiniere, o comunque l’appartenente alle Forze dell’Ordine, che al momento dell’arresto di un soggetto suggerisce a quest’ultimo la nomina di un difensore… Read More »

Guida senza patente: per la contestazione della recidiva nel biennio rileva il precedente passaggio in giudicato.

Con la sentenza n. 40617 del 01.10.2014 la Sezione VI Penale della Corte di Cassazione ha rinnovato il proprio orientamento giurisprudenziale secondo cui “è conforme alla regola di certezza dei diritto e costituisce imprescindibile garanzia per l’imputato ancorare il presupposto per la configurabilità della recidiva alla data dei passaggio in giudicato, nel biennio antecedente al fatto, dei due… Read More »

Taekwondo: risponde penalmente l’allenatore che non imponga l’uso del casco agli allievi.

Con la sentenza n. 31734 del 18.07.2014 la Sezione IV Penale della Corte di Cassazione si è trovata a pronunciare sul caso di un allenatore di arti marziali chiamato a rispondere penalmente delle lesioni subite da un proprio allievo che stava combattendo senza utilizzare l’apposito caschetto di protezione. La Corte, decidendo sul caso, rilevava come… Read More »

L’imprenditore impossibilitato a pagare potrebbe non dover rispondere del reato di “omesso versamento IVA”.

Con la sentenza n. 37301 del 09.09.2014 la Sezione III Penale della Corte di Cassazione è andata a pronunciarsi su di una situazione purtroppo abbastanza comune in un periodo di estrema difficoltà economica per le imprese e per le attività commerciali del nostro paese. Andando ad analizzare la situazione di un imprenditore chiamato a rispondere… Read More »

Anche il barista è responsabile penalmente in caso di somministrazione di alcolici a minorenne.

Con sentenza n. 25443 del 13.06.2014 la Sezione V Penale della Corte di Cassazione ha ritenuto che, “in caso di somministrazione di bevande alcoliche ad un minorenne, anche il barista risponde del reato di cui all’art. 689 c.p. in concorso con il titolare della licenza se abbia agito di sua esclusiva iniziativa, come rappresentante di… Read More »

Il gestore di un locale notturno non è sempre responsabile degli schiamazzi notturni dei clienti al di fuori del locale.

Con la sentenza n. 37196 del 05.09.2014 la Sezione III Penale della Corte di Cassazione ha ritenuto che <<non risponde del reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone il gestore del locale che abbia esercitato correttamente i poteri di controllo e, ciononostante, non sia riuscito ad impedire gli schiamazzi avvenuti all’esterno dell’esercizio… Read More »

Le dichiarazioni spontanee dell’indagato in fase di indagini preliminari valgono ad interrompere la prescrizione del reato.

Con sentenza n. 5838 del 06.02.2014 le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione si sono pronunciate in merito ad un controverso punto sulla validità o meno delle spontanee dichiarazioni rese dall’indagato in corso di indagini preliminari per l’interruzione della prescrizione del reato. Nella detta sentenza, si può leggere come le Sezioni Unite abbiano ritenuto… Read More »

Il regolare svolgimento del lavoro di pubblica utilità estingue il reato di guida in stato di ebbrezza (art. 186, comma 9-bis, C.d.S.)

Con sentenza n. 50909 del 17.12.2013 la Sezione I Penale della Corte di Cassazione è andata a pronunciarsi su di un aspetto di rilevante importanza in merito al trattamento riservato alle varie tipologie di lavoro di pubblica utilità previste attualmente come sostitutive della pena inflitta in caso di condanna per il reato di guida in… Read More »

Medico che rinvia un intervento urgente può risponderne penalmente.

Con la sentenza n. 660 del 10.01.2014 la Sezione V Penale della Corte di Cassazione ha riconosciuto in capo al medico ginecologo, che ha rinviato senza opportuni controlli un intervento chirurgico urgente, la responsabilità penale per quanto derivato da tale omissione. In motivazione di sentenza, infatti, si può leggere come “è legittima l’attribuzione al primario del… Read More »

Stalking: in caso di remissione di querela si continua a procedere per le eventuali lesioni.

Con la sentenza n. 38690 del 19.09.2013 la Sezione V Penale della Corte di Cassazione ha osservato come “lo stalker che provoca anche lesioni personali alla vittima subisce, comunque, il processo per questo secondo reato anche nel caso in cui la persona offesa abbia ritirato la querela e tale remissione sia stata accettata. Nel caso di reato di stalking,… Read More »